Ostia Antica

L’area degli scavi, seconda solo a Pompei, è estesa per circa 50 ettari. Di rilevante interesse archeologico per le varie tecniche costruttive romane dal IV secolo a.C. al VI  secolo d.c. Precede l’ingresso agli scavi, il castello di Giulio II, opera cinquecentesca di Baccio Pontelli.

NECROPOLI OSTIENSE

E’ caratterizzata da tombe a camera, anche decorate e sarcofagi fra cui spicca la “Tomba di Ermogene”.

TERME DI NETTUNO

Fra le più vaste di Ostia, i mosaici in bianco e nero raffigurano il matrimonio di Nettuno e Anfitrite, con il corteo nuziale.

TEATRO

Costruito da Marco Agrippa, restaurato da Domiziano e Settimio Severo, ha una cavea in grado di ospitare circa 4.000 spettatori. Restaurato negli anni ‘30-‘40, in estate vi si  tengono spettacoli classici.

PIAZZALE DELLE CORPORAZIONI

Questa ampia piazza, unica nel suo genere, era in origine circondata da un colonnato su cui si aprivano più di 70 uffici di rappresentanze commerciali da tutto il mondo romano, preceduti da mosaici con le insegne delle varie attività.

VIA DEI MULINI

Prende il nome da un interessantissimo complesso di costruzioni facenti parte di un forno a ciclo completo : dalla macinazione del grano (con macine in pietra lavica) all’area riservata all’impasto, alla cottura del pane, alle aree di vendita.

TERMOPOLIO

Una bellissima struttura ben conservata di una “osteria” di epoca imperiale, con servizio di bevande calde e fredde e cibi vari mostrati in un affresco ben conservato.

FORICA

I bagni pubblici annessi alle terme del Foro, di età adrianea. Molto interessanti le soluzioni igienico-idrauliche e le chiusure a porte girevoli.

4oraico1raico2raicco3raico4raico5raico5raico5ra